Descrizione del progetto

L’innovazione e l’originalità del progetto consistono nel fatto che ci si è rese conto che i vari temi connessi all'educazione alle differenze, al contrasto agli stereotipi, all'educazione affettiva e alla sessualità sono spesso interdipendenti e l’esperienza ci ha insegnato che è più utile non trattarli a compartimenti stagni; bullismo e violenza nelle varie declinazioni sono collegati tra loro e al contempo associati alla sessualità, alle gravidanze precoci, alle malattie sessualmente trasmissibili, così come la violenza assistita è collegata agli abusi nei più diversi contesti e il bullismo è associato al razzismo e all’omofobia.

Dunque l'obiettivo principale del kit è quello di stimolare la consapevolezza e la riflessione sulle cause delle possibili situazioni negative in cui ci si può imbattere nell'ambito delle relazioni sentimentali, amicali, familiari. Spesso, infatti, emerge nelle nuove generazioni la tendenza a negare l’attualità del pregiudizio e della discriminazione.

Altro fondamentale obiettivo è quello di stimolare, costruttivamente, strategie per contrastare le cause delle possibili situazioni negative e di sofferenze emotive.

Il kit è composto da un cartellone con due lati, da tre mazzi di carte (ognuno di 40), ossia le carte delle Negatività, delle Opportunità e delle Emozioni. 

Nella modalità principale si gioca con il cartellone delle situazioni (lato A) che, come nel gioco dell’oca, contiene caselle che nel nostro caso indicano situazioni-azioni-stati-sentimenti. Si usa il dado e si procede utilizzando le carte che ognuna/o ha a disposizione e che sono state precedentemente distribuite.

Ogni carta negativa o positiva contiene una parola chiave (o sintagma) allo scopo di stimolare associazioni semantiche tra concetti-situazioni. In questo modo il gioco favorisce l'esplorazione di strategie cognitivo-comportamentali efficaci e funzionali alla situazione che la carta giocata indica. Nelle varie possibilità di gioco previste sono le ragazze ed i ragazzi che, giocando, potranno individuare le cause delle situazioni problematiche indicate sul cartellone. Possono identificarle tra le carte delle Negatività ed approfondire attraverso le carte delle Opportunità le modalità per superare tali circostanze. 

Non ci sono abbinamenti esatti o equivalenti ma molto dipende da come si motiva l’abbinamento o la scelta delle carte in relazione alle caselle perchè lo scopo del gioco è indurre la riflessione e la capacità di motivare le scelte. Sarà chi facilita a confermare la validità dell’uso di una certa carta. 

Invece, giocando con il lato B del cartellone e partendo da una delle schede-storie, che raccontano con modalità narrative le stesse situazioni delle caselle del lato A, si potrà dare ad ogni storia un esito positivo individuando e verbalizzando il modo in cui si possono risolvere i problemi evidenziati, con l’aiuto delle carte delle Emozioni.

La “vittoria” sarà dipendente sia dalla fortuna nell’aver ricevuto carte adatte alle situazioni in cui ci si sarà venute/i a trovare sia dalla capacità di individuare le carte adatte da giocare e dal saper motivare le scelte. Come nella vita reale, non sempre ci accade di avere le “carte giuste” e di vivere situazioni facilmente gestibili ma molto dipende dalla capacità di saper “giocare le carte” che si hanno a disposizione.

La possibilità di vincere o perdere aumenta il coinvolgimento.