Ma che folla c'è in Salotto!

Comunicare su Internet: dalle comunità online ai social network attraverso l’esperienza di Mammeonline

Autori, curatori:
  • Donatella Caione
Lunghezza: 20700 parole
Data di pubblicazione: Giugno 2010

Com'era Internete 20 anni fa? Quali sono state le prime forme di comunicazione in rete? In questo libro si racconta un po' tutto questo.

Ma il libro racconta anche la storia della comunità Mammeonline.net che si svolge in parallelo al diffondersi dell'uso di Internet e cerca di spiegare un po' anche le dinamiche della comunicazione in essa usate facendo un parallelo con le altre forme di comunicazione utilizzate in questi anni.

La comunità è nata al tempo delle pagine personali e dei guestbook, ma mentre cresceva prendevano piede nuove forme di comunicazione online: chat, blog, icq, msn e poi naturalmente facebook. Come nasce una comunità? Cosa la definisce? Quali forme di comunicazione presuppone? Di quali regole ha bisogno? E' necessario un governo della comunità? Cosa vuol dire essere parte di una comunità online?

Ma è anche un modo per parlare di come la comunicazione online possa essere vera, concreta, di reale supporto, contrastando pregiudizi, luoghi comuni e cattiva informazione. E di quale sia la vera comunicazione online, che è cosa diversa dal mero scambio di informazioni in rete.

Una web comunity non è un luogo dove testare prodotti, promuovere consumi, diffondere inforazioni e abitudini commerciali o testare gusti e preferenze. Capita anche che le comunità vengano usate per far conoscere dei prodotti ma non sono nate per quello così come i giornali (o la tv) non sono nati per collocarvi la pubblicità.


Scarica  cliccando qui sotto un estratto gratuito!
 

Codice: 978 88 89684 47 4
€3,90
Pubblicazione: Novità
Temi:

Profilo Autore/i

Donatella Caione

Non sono una docente, né una psicologa o una sociologa. Non sono una pedagogista e neanche una linguista. Se mi si chiede di definirmi la prima parola che mi viene in mente è: mamma. La seconda è donna... che però non aggiunge nulla alla prima parola! Però in quanto donna sono attiva nel mondo dell'associazionismo all'interno del quale mi occupo di tematiche legate alla salute delle donne, alla prevenzione della violenza di genere e all'educazione emotiva, affettiva e alle differenze.
E poi sono editrice, di libri per l'infanzia soprattutto. In quanto editrice amo dare visibilità alle bambine nella letteratura per l'infanzia; educare alle emozioni e all'identità, nel rispetto della diversità; far conoscere a bambine/i la storia delle donne, le donne importanti del passato e/o di culture diverse dalla nostra; provare a contrastare gli stereotipi di genere pubblicando libri senza stereotipi; educare bambine e bambini all'uso del linguaggio sessuato.
Mi piace anche svolgere laboratori di editoria e di animazione alla lettura nelle scuole, librerie, biblioteche. Forse fare l'insegnante mi sarebbe piaciuto, ma l'ho capito tardi poichè quando ero bambina sentivo dire che "fare l'insegnante è il lavoro ideale per una donna" e sin da bambina ho odiato gli stereotipi e quindi non ho preso in considerazione l'idea di insegnare.

AllegatoDimensione
PDF icon Estratto del libro92.41 KB
PDF icon Comunicato stampa309.08 KB