La cosa più importante tra i libri messi al "bando"

Nella lista di libri messi al bando c'è anche un libro da me pubblicato, La cosa più importante di Laura Novello illustrato da Matteo Gaule. Tra l'altro questa lista risale all'inizio 2014, già allora rimanemmo sconcertati, ne parlammo a lungo tra editore ed editori, scrittrici, scrittori, blogger, esperti/e ecc. e da questo episodio nacque anche il Flaskbook senza stereotipi.

Ora che la cosa è rivenuta fuori sto facendo qualche altra riflessione sul perchè sia stato incluso questo libro, che tra l'altro è stato tradotto anche in cinese... quindi tanto trasgressivo non sarà. Posso fare delle ipotesi:

1) in una delle illustrazioni c'è una mamma che allatta... sarà una cosa indecente? Non so, a noi piaceva l'idea di promuovere l'allattamento al seno.

2) Nell'illustrazione in cui si vedono i compagni/ del bimbo protagonista ci sono bambini e bambine che rappresentano un modo interculturale... avrà dato fastidio questa cosa?

3) A inizio e fine libro c'è una mappa del paese in cui si svolge la vicenda, ci sono la casa, la scuola, il municipio, il panificio, la fattoria... non c'è la chiesa perchè abbiamo pensato che essendoci le immagini di bimbi/e di molte culture e religioni non avrebbe permesso a tutti di identificarsi... è stata questa mancanza a rendere il libro "colpevole"?

4) C'è il falegname e la fornaia, il muratore e la bibliotecaria, il sindaco e la pediatra... forse ha dato fastidio che a rappresentare le varie professioni ci fossero uomini e donne? Comunque, per come la vedo io che questo libro sia "bandito" non mi fa che piacere, siamo in ottima compagnia, ma ci premeva solo sottolineare l'assurdità di questa faccenda.

O semplicemente, e a pensarci bene la motivazione sarà proprio questa, è trasgressivo dire che la cosa più importante è l'amore.

Leggi la scheda di La cosa più importante

Temi: