Non un disegno, un PAStrocchio

Perché diciamo no al disegno di legge su affido condiviso, mantenimento diretto e bigenitorialità

Data di pubblicazione: Ottobre 2018

Perché un libro sul Ddl 735, chiamato Ddl Pillon?

La presentazione di questo disegno di legge, avvenuta lo scorso agosto, ha suscitato immediatamente enorme sconcerto, anche perché il ddl è stato assegnato alla Commissione Giustizia in sede redigente e quindi in modo quasi blindato, così da evitare la discussione in Parlamento. Inoltre, sin dalla conferenza stampa di presentazione del progetto avvenuta il 10 settembre, il senatore Pillon ha mostrato chiaramente di non voler prendere atto delle osservazioni espresse dalle associazioni, dagli ordini di categoria, dalla società civile tutta.

Ma soprattutto ha destato indignazione perché si tratta di un disegno di legge che inciderebbe profondamente sul diritto di famiglia (annullando i passi avanti degli ultimi decenni del secolo scorso), in particolare per l’impatto negativo che avrebbe sulle donne che si separano perché vittime di violenza domestica e perché, sebbene si professi dalla parte dei bambini e delle bambine, proponendone la salomonica divisione a metà, mostra di considerarli alla stregua di beni materiali, piuttosto che riconoscere loro lo status di esseri umani.

Per fare chiarezza su tutti questi aspetti e per mostrare le vere motivazioni del Ddl 735 abbiamo deciso di pubblicare questo libro.

Mantenimento diretto, bigenitorialità, mediazione familiare obbligatoria sono alcuni degli aspetti del testo che l’autrice di questo libro esamina compiutamente per mostrare incongruenze e falsità di una legge che riporterebbe indietro le donne di diverse decine di anni. E poi, a completare il PAStrocchio legislativo c’è l’alienazione genitoriale (nuovo nome della PAS), che è un vero e proprio strumento da usare contro le donne vittime di violenza domestica. In appendice del libro riportiamo il testo del Ddl, un disegno di legge che non va modificato, ma ritirato o respinto.

Grazie ad Anarkikka per la bellissima copertina e lo spunto per il titolo.

Codice: 9788899908171
€3,00
Pubblicazione: Novità

Profilo Autore/i

Chiara Lo Scalzo

Chiara lo Scalzo è una blogger, come dice lei, “un po’ per caso e un po’ per passione”. Stava frequentando un corso sui social media quando il docente le disse che il modo migliore per imparare era aprire un blog e non su un argomento di tendenza, ma su uno che le stesse a cuore; così ha seguito il suo consiglio e ha cominciato a scrivere su temi che riguardano le donne, la discriminazione che subiscono, la violenza, il sessismo, la misoginia e soprattutto la “tristemente famosa” Pas o alienazione genitoriale.

In quel periodo con il figlio leggeva i libri di Harry Potter e da lì è nato il nome del blog: Il Ricciocorno Schiattoso, un animale fantastico e inesistente in un mondo magico pieno di creature mostruose e strabilianti, che è al centro di un dibattito fra Hermione e Xenophilius Lovegood in I Doni della Morte. Dice Hermione: “Si può sostenere che qualcosa esiste solo perché nessuno ha dimostrato che non è vera?” Questa frase sembrava proprio fare riferimento alla teoria sull’alienazione genitoriale: non vi sono prove della sua esistenza, ma solo persone che ci credono, limitandosi a screditare chiunque si opponga alla loro ostinazione, mentre insinuano che questo possa costituire una “prova”.

Ma non si può provare che una cosa non esiste: nel mondo della scienza l’onere della prova spetta al proponente. Ed ecco perché il Ricciocorno schiattoso è diventato il nome del suo blog, che poi ha continuato a crescere, un po’ perché Chiara è una pantofolaia che ama stare in casa a scrivere e un bel po’ perché scrivere le riesce proprio bene!

Altre informazioni

L'ebook è in formato ePub 3 e può essere letto su tutti i dispositivi compatibili con questo standard: computer, tablet e telefoni mac e android, reader. Su tutti i dispositivi abilitati alla navigazione in rete è possibile cliccare direttamente sui link contenuti nelle note e quindi rendere l'esperienza della lettura più completa.

Per la lettura su computer consigliamo l'app IBooks su Mac e il sw gratuito Adobe Digital Editions su pc.

L'ebook oltre che qui può già essere acquistato sul sito di Bookrepublic e entro 48 ore in tutte le librerie online.